back

Formazione / Seminario “Insegnare l’italiano con le canzoni”

Seminario 'Insegnare l'italiano con le canzoni: aspetti linguistici e didattici', Lorenzo CoveriCristiano Godano e Fabio Caon, 13 ottobre 2012

Il seminario - della durata di otto ore, rivolto in particolare a insegnanti e docenti di italiano e italiano per stranieri - analizza la lingua della canzone in prospettiva diacronica, il testo musicale e le affinità e divergenze con il testo poetico. La parte laboratoriale intende approfondire l'uso didattico della canzone.

programma
ore 9-11
prof. Lorenzo Coveri (Università degli Studi di Genova)
Tre gli interrogativi cui si cercherà di rispondere nella lezione: a) qual è la natura semiotica dell'italiano della canzone? quali sono i meccanismi linguistici di un testo che, a differenza del testo poetico, non esaurisce in sè tutti i sensi, ma è comunque sempre destinato ad essere 'parola per musica'?; b) qual è stato il ruolo della canzone nella storia linguistica dell'Italia unita? essa ha costituito un 'modello', oppure uno 'specchio' (o forse entrambi) degli usi linguistici degli italiani?; c) che rapporti di 'dare' e di "avere' ci sono stati e ci sono tra l'italiano della canzone e l'italiano quotidiano? Infine, è possibile tracciare un profilo di storia linguistica della canzone italiana?

coffee break

ore 11-13/14-16
prof. Fabio Caon (Università Ca' Foscari di Venezia)
Le canzoni per facilitare l'apprendimento linguistico, l'educazione interculturale (una parte dell'intervento avrà carattere laboratoriale)

ore 16-18
Cristiano Godano (frontman dei Marlene Kuntz e autore della raccolta di racconti 'I vivi')
Cercherò di proporre un parallelo fra la poesia e il testo di canzone per poter sottolineare in cosa il testo di canzone si differenzia rispetto alla poesia nonostante sia costituito da parole organizzate come la poesia stessa le organizza. Da lì proverò a spiegare il momento creativo legato alla stesura di un testo per canzone, dal suo vero inizio (l'ispirazione) alla sua vera fine (la performance vocale in studio di registrazione). Il tutto contornato da considerazioni sparse sulla scrittura in genere, anche in prosa.